Deposizioni di tartarughe caretta caretta nell’area marina protetta di Villasimius

Le deposizioni di tartarughe Caretta Caretta nella zona dell’Area Marina Protetta di Villasimius stanno diventando una consuetudine.una tartaruga caretta caretta fotografata durante le deposizione

Nel 2009 c’era stata una deposizione, purtroppo infruttuosa, a Geremeas. Mentre nel 2015 nella spiaggia di Cala Sinzias a Castiadas sono nate 49 tartarughine. Le prime 45 tartarughine nate il 19 Settembre erano state salvate dal personale dell’ente parco. L’intervento si era reso necessario perché la nascita era avvenuta in un giorno di forti ondate. Erano state tenute in un contenitore termico, per poi essere liberate in mare al giorno seguente. Anche l’anno prima, nel 2014 c’era stata una deposizione. Era passata inosservata al personale del parco, che intervenne solo per aiutare una delle quattro tartarughine nate in quella occasione.

protezione dei nidi di tartarughe caretta caretta

Le deposizioni del 2016.

Nel 2016 ci sono state ben tre deposizioni di tartarughe nell’area marina protetta di Villasimius. La prima nella spiaggia di Campus, avvenuta nella notte del 9 Luglio, la tartaruga in questione era lunga 120 cm. è stata avvistata da un turista che ha allertato il personale del parco marino. Hanno seguito tutte le fasi della nidificazione, durata circa un ora. In seguito hanno provveduto prima a monitorare e poi a transennare l’area del nido. La transennatura serve per evitare che le uova vengano accidentalmente schiacciate da turisti o mezzi. Dopo 64 giorni di incubazione, il 10 Settembre sono nate le prime 63 tartarughine. La nascita era attesa in quanto già da un paio di giorni si era formato un piccolo cratere in cima del nido, segno di schiusa imminente. Nei giorni successivi ne sono nate rispettivamente 5, poi 11 e infine 4, portando a 83 il numero complessivo di tartarughine nate in questo nido.

eclosione dei piccoli delle tartarughe

Il secondo nido.

Un secondo nido di tartaruga Caretta-Caretta é stato rinvenuto per caso il 24 Luglio da un turista nella spiaggia di Piscina Rei, mentre scavava per piantare l’ombrellone. Anche questo secondo nido è stato preso in consegna dal personale dell’area marina protetta di Villasimius. Il nido era stato trasladato il 16 Settembre in previsione di una mareggiata, spostandolo di 24 m. In previsione di un’altra violenta mareggiata, il nido é stato poi aperto il 13 Ottobre, dopo perlomeno 81 giorni di incubazione, quando mostrava già da alcuni giorni segnali di una schiusa imminente. Sono stati trovati 27 piccoli giá nati, che sono stati liberati in una altra spiaggia piú riparata. C’erano inoltre 4 uova in schiusa, le cui tartarughine sono state rilasciate al largo per la mareggiata, e 30 uova.

uovo Caretta Piscina Rei

Il terzo nido del 2016.

Una terza tartaruga ha nidificato il 3 Agosto, tra le 0,45 e l’1,30 del mattino nella spiaggia di Cala Pira. Il 12 Ottobre, dopo 63 giorni di incubazione sono nati 52 piccoli, che hanno raggiunto il mare da soli. Subito dopo il nido è stato aperto, per l’avvicinarsi di una mareggiata e sono stati trovati 19 tartarughine (rilasciati in mare poche ore dopo) e 14 uova vitali. Queste sono state trasferite in un’incubatrice nella sede dell’AMP.

In attesa delle nuove deposizioni.

Complessivamente nel 2016 sono nate perlomeno 195 tartarughe (83 a Campus, 31 a Piscina Rei e 71 a Cala Pira). Potrebbero essere di più visto che non sono state fornite ulteriori notizie delle 44 uova salvate dai nidi di Piscina Rei e Cala Pira prima della mareggiata. Aspettiamo una nuova stagione di deposizioni per il 2018, della quale vi terremo puntualmente informati dal Residence la Chimera a Villasimius.

Guardar

Condividi questo!

Web: David Oliveras | Carles Salas